I love Amicacci
Centro Handisport

La nostra storia

Questa società per disabili è nata quasi naturalmente, su iniziativa di famiglie che avevano al loro interno persone con disabilità.

Dall’incontro nel centro di fisioterapia “Santo Stefano”, frequentato quasi giornalmente, è scaturita la volontà di andare oltre, di fare materialmente qualcosa per uscire dall’emarginazione e di porgerci come modello. Soprattutto l’idea di base era (ed è) di permettere ai giovani con disabilità di diventare protagonisti di sé stessi, dimostrando di poter avere un ruolo importante nella società. L’intraprendere con successo un’attività sportiva è stata un’autentica scommessa che all’apparenza sembrava irrealizzabile e che grazie alla volontà ed alla determinazione è stata vinta. Abbiamo scelto una delle discipline sportive più entusiasmanti ed affascinanti.

All’inizio ci siamo scontrati con l’indifferenza ed il pietismo che sono e rimangono, anche se parzialmente sconfitte, le nostre peggiori nemiche. Ricordiamo ancora, durante il primo torneo di basket in carrozzina nel lontano 1984, la folla di persone sugli spalti per lo più ammutolita e sconcertata. Oggi quella stessa folla applaude e partecipa, finalmente conscia di assistere ad uno spettacolo esclusivamente sportivo.

La volontà e la determinazione sono state le armi grazie alle quali siamo riusciti a sopperire alle difficoltà economiche in cui da sempre opera la Polisportiva Amicacci, la quale come unica risorsa economica si affida a uno sponsor privato, con un contributo minimo di aziende locali e pubbliche amministrazioni che credono nei nostri progetti. Dalla lontana prima esperienza abbiamo fatto molta strada. Oggi abbiamo una squadra in Serie A che da anni ci regala tante soddisfazioni in Italia e in Europa, un fantastico settore giovanile come quello degli Amicuccioli, un volontariato numerosissimo che è il nostro asse portante fondamentale. Inoltre possiamo contare su strutture come il “Centro Handisport Ronald Costantini” vero fulcro di ogni nostra attività socio-sportiva e la sala polivalente “Simona Sugaroni”.

Certo non siamo arrivati, abbiamo ancora tanti obiettivi da raggiungere e non tutte le barriere sono state abbattute, ma siamo vivi e soprattutto siamo presenti.

Palmares
Challenge Cup (2011)
André Vergauwen Cup (2012)
Vice-campione d’Italia (2018)